mercoledì 18 maggio - orario: 15,00-17,00 - Relatore: Paolo Mascellani

Il Raspberry PI 2 può essere considerato un microcontroller con elevate potenzialità di collegamento a vari tipi di device, ma in pratica è un vero e proprio micro-computer, dotato di un potente processore ARM e di una quantità di memoria sufficiente a tenere in esecuzione un sistema operativo e svariati programmi.

Può essere connesso in rete sia wired (Ethernet) che wireless (aggiungendo un adattatore WiFi-USB) ed è dotato sia di connettori HDMI (High-Definition Multimedia Interface) per interfacciarsi con un video o simile, che GPIO (General Purpose Input/Output) per interfacciarsi a sensori ed attuatori. La memoria di massa è assicurata tramite l'alloggio per una scheda MicroSD (Micro Secure Digital), sulla quale è facilissimo precaricare un sistema operativo.

Ci sono diverse versioni di sistemi operativi che supportano Raspberry PI 2, tra cui Raspbian: la versione Raspberry di Debian, che è quella che ho provato; come da tradizione Debian, è stabile e molto completo; in particolare contiene il supporto per tutti i linguaggi che si possono desiderare, in particolare  Python e Java, dotati a loro volta di librerie per ogni evenienza.

Potenza di calcolo, connettibilità, memoria, sistema operativo, facilità di programmazione e costo ne fanno non solo un candidato ideale per l'Internet of Things, ma anche una possibile alternativa sia per apparecchiature di rete, come router, firewall e probe, sia come micro-server a basso costo per piccole e grandi reti.

Il nuovissimo Raspberry PI 0, inoltre, delle dimensioni di una carta di credito e dal costo quasi ridicolo si presta ad essere utilizzato in situazioni quasi impensabili, mentre l'ultimo nato della famiglia, il Raspberry PI 3, è ancora più potente e flessibile.

Ovviamente, nel più puro spirito “open”, in rete si trovano informazioni accurate e tutorial di ogni genere, compreso come usare un Raspberry nelle situazioni più impensate… oltre che in quelle standard.

Abbiamo raccolto un ricco calendario di occasioni di formazione aperta a tutti ed a cui tutti possono concorrere, che ti invitiamo a consultare.